tra APPARENZA e INGANNO

https://www.behance.net/gallery/30186467/tra-APPARENZA-e-INGANNO-parte-1

7

IL PROGETTO

” E’ Maya, il velo ingannatore, che avvolge gli occhi dei mortali e fa vedere un mondo del quale non può dirsi né che esista, né che non esista; perché ella rassomiglia al sogno, rassomiglia al riflesso del sole sulla sabbia, che il pellegrino da lontano scambia per acqua; o anche rassomiglia alla corda gettata a terra che egli prende per un serpente ” .1

Queste parole di Schopenhauer assumono la funzione di chiave di volta del mio lavoro. Esse guidano l’interpretazione dell’ osservatore permettendo di scorgere sotto il velo di Maya, la realtà nascosta, mettendo a nudo l’intimità che ognuno di noi le riserva. Ciò che segue è una breve ma spero esaustiva descrizione del mio modo di interpretare uno dei temi più affascinanti e allo stesso tempo complessi, nei cui intricati meandri mi sono trovato a confrontarmi con diversi aspetti della vita, ma sopratutto con svariate sfumature dell’ animo umano. Meandri, nei quali mi sono lasciato perdere, smarrire per poi ritrovare l’ ispirazione artistica.

Le foto sono pensate per essere lette a coppie di due, alludendo cosi ad una duplicità tipica della mente umana; la quale è ricca di contraddizioni, dissonanze ed ambiguità, che tuttavia danno colore alla realtà e offrono spaccati più profondi e netti degli atteggiamenti umani. Ognuna delle coppie rivela dapprima una dimensione oggettiva, lampante ed ostentata, che molto spesso è illusoria, per poi lasciare posto alla vera realtà soggettiva, nascosta, fragile ed inquieta. La dicotomia tra apparenza e realtà è espressa nelle più mutevoli forme e fenomeni della natura, dalla corporeità umana all’ essenza dei fiori e dei frutti della terra.

Ritorna spesso all’ interno del progetto fotografico l’ idea di velo che nasconde e maschera la vera realtà, cosi come Renèe Magritte negli “ Amanti” copre e cela uno dei più spontanei ed elementari gesti d’amore. Cosi le donne fotografate prima sfrontate e sicure di se reagiscono alla sfera personale, nascondendosi e riparandosi dietro veli di vergogna e paura, attorno ai quali si sviluppa la vera personalità e l’ “essere se stessi”.

Accanto al velo un’altro strumento di distorsione della realtà può essere identificato nell’occhio, che ha una duplice natura. Da un canto quella di far trasparire ogni emozione e stato d’animo, dall’altro quello di celare la vera natura del pensiero elaborato dietro quegli imperscrutabili, fascinosi e gelidi schermi, e quindi ingannare. L’occhio della donna dunque come un vetro specchiato che lascia passare lo sguardo ed in cui si riflette l’immagine che il mondo esterno ha di lei. Diventa tuttavia anche l’unica finestra aperta su un mondo chiuso ed invisibile, pieno di segreti, paure, ricordi ed esperienze.

Nelle nature morte ispirate a Caravaggio, il progetto fotografico declina l’apparenza sotto forma d’ordine umano, fittizio e forzato imposto alla natura dall’uomo, si scatena e rivela dunque l’essenza di un “caos creatore” che è artefice della ricchezza naturale e della sua diversità. L’ apparente stato di equilibrio e geometria è solo un inganno che instilla nella mente umana l’idea di controllo e possesso sul resto del mondo naturale, la vera realtà è quella invece di un “tutto” nel quale l”uomo e il suo arto condividono lo stesso spazio fino anche la stessa tragica sorte.

E’ infine Il corpo il solo mezzo metafisico per arrivare alla realtà e dunque la corporeità rappresenta il metodo per andare al di là della rappresentazione e afferrare l’essenza delle cose. Spesso filtra attraverso di essi una sessualità compromessa, corrotta ed ambigua. E’ la maschera pirandelliana infine a fare da padrone nei rapporti sociali, uno scudo contro giudizi e preconcetti.

1 | Schopenhauer Arthur ; Il mondo come volontà e rappresentazione ; Laterza

Annunci

Submit a comment

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...